GALLERIA DI RIFERIMETO REFERENCE GALLERY

www.colossiarte.it
www.colossiarte.it

news

LA LEGGEREZZA DEL TULLE

di Mariateresa Ceretelli

Wall Street International

24 aprile 2014

CORPI RAREFATTI: L'UOMO INCORPOREO IN CERCA DI UNA STORIA

di Matteo Galbiati

Espoarte 79 - 1° Trimestre 2013

Atelier: Giorgio Tentolini

Marta Santacaterina

FermoMag 24-04-2013

Giorgio Tentolini. L’ombra del reale - 28/06/12

di Piero Del Giudice

foto di Andrea Angelucci e Giorgio Tentolini

 

GALATEA European Magazine

Luglio Agosto 2012

 

Con il mio Danzatore partecipo alla Biennale Giovani Artisti di Bari
C’è il tempo dell’uomo, c’è l’attimo che fugge e c’è il tempo inesorabile che rende l’uomo impotente di fronte al suo volere: sono energia vitale intrappolata nella struttura come i gesti di un danzatore dentro una rete, sono Kairos/Kronos di Giorgio Tentolini che rappresenterà le arti visive per Parma alla XIII Biennale Giovani Artisti dell’Europa e del Mediterraneo che si svolgerà a Bari dal 22 al 31 maggio. La manifestazione organizzata dall’associazione per il circuito Giovani Artisti Italiani (Gai) e Bjcem ha l’obiettivo di promuovere gli scambi internazionali attraverso la creatività giovanile nell’area europea e mediterranea e a maggio ospiterà artisti provenienti da 48 Paesi. Il tema assegnato a questa edizione è «La nostra diversa creatività: Kairos» che in greco significa momento giusto, opportunità, tempo in cui è possibile il cambiamento. Giorgio Tentolini ha accostato a Kairos il suo alter ego Kronos ricostruendo l’immagine di un danzatore dentro una struttura di legno e rete metallica. Kairos diviene dunque il movimento e l’immagine di un giovane danzatore, mentre Kronos è la rete metallica che intrappola l’attimo del movimento inserendo il concetto di tempo nello spazio. Tentolini da anni sperimenta una tecnica originale che nasce da un’immagine fotografica, rielaborata digitalmente e trasportata studiando non l’oggetto, ma ciò che le ombre ne proiettano, su vari supporti come acetati, carta, legno grezzo, plexiglass e in questo caso reti che ricordano una teca entomologica come icona del tempo misurato, calcolato e definito dove si può intrappolare il movimento umano che grazie alla sovrapposizione delle reti acquista tridimensionalità. «Ho chiesto al coreografo Daniele Albanese di elaborare la sensazione di tempo in un contesto spaziale, la danza rappresenta una gestualità umana che anche nell’improvvisazione diviene gesto controllato, come appunto l’uomo che si muove all’interno nel tempo determinato da Kronos» ha spiegato Tentolini. Da domani al 31 maggio Kairos/Kronos saranno a Bari per la XIII Biennale dei Giovani Artisti dell’Europa e del Mediterraneo. Il progetto di Tentolini è stato selezionato da Vanja Strukelj, presidente della giuria e docente di storia di Critica d’Arte all’Università di Parma «per la coerenza rispetto ad una ricerca che da anni si muove intorno al problema della rappresentazione del corpo, alla sua scomposizione e ricomposizione ottica, trovando sempre rinnovati spunti inventivi e coinvolgenti effetti espressivi».

di Ursula Boschi
 
fonte: parma giorno e notte 24 maggio 2008

24-05-2008